Impara a fare un’analisi nel trading

Se vuoi imparare a fare una buona analisi, devi conoscere i seguenti strumenti di analisi di base:

  • modello candeliere

  • Fibonacci

  • Onde di Elliot

  • supporto e resistenza

  • ritirarsi

La prima cosa che dovresti essere in grado di identificare è un MODELLO DI CANDELA.

Questi movimenti vengono regolarmente ripetuti sui grafici a candele giapponesi e consentono al trader di anticipare come si comporterà un determinato valore in futuro. È come incontrare i tuoi amici ogni venerdì allo stesso bar. Alla fine non devi più chiedere alle persone se ci andranno, perché presumi già che ci saranno.

Certo, c’è sempre la possibilità che qualcuno non appaia. ammalarsi o viaggiare. Ecco perché, nel trading, è importante sapere qual è la probabilità che il pattern finisca per essere soddisfatto o, in altre parole, la sua affidabilità.

Ma questi modelli a volte sono difficili da riconoscere e quindi i trader hanno sistemi per identificarli. È giunto il momento di incontrare colui che sarà il tuo migliore amico quando si tratta di analizzare i mercati: FIBONACCI.

No, anche se può sembrare così, non è il nome della quinta tartaruga ninja. Così si definiva il matematico medievale Leonardo de Pisa, l’uomo dietro le serie numeriche più venerate nel commercio.

Con questo strumento di analisi puoi rilevare due elementi essenziali durante il trading: ritracciamenti ed estensioni di Fibonacci.

I ritracciamenti sono i momenti in cui un asset si muove nella direzione opposta alla tendenza che stava conducendo fino a quel momento, e poi si ferma quando incontra uno dei punti della serie di Fibonacci. Le estensioni, invece, ci consentono di rilevare i prezzi che un titolo potrebbe raggiungere in futuro. È un buon strumento per contrassegnare il tuo obiettivo e posizionare il take profit quando l’attività è all’inizio o nel mezzo di una tendenza.

Ma Fibonacci non è l’unico grande nome nel trading, né il più recente. Anche il contabile americano Ralph Nelson Elliot ha dato una mano a più di un trader con la sua teoria ELLIOT WAVES.

Questo economista ha scoperto che le tendenze si muovono secondo uno schema ondulatorio. Cioè, fanno continuamente giri a favore e contro la tendenza. E, se sei in grado di identificare quelle onde, puoi trovare punti di ingresso e di uscita per le tue operazioni. Quindi alla fine il trading è come navigare. Devi aspettare pazientemente sulla riva e guardare il mare finché non trovi l’onda perfetta per lanciare la tua tavola. Ma attenzione, la borsa è piena di squali e non vuoi finire senza un braccio o, peggio ancora, senza i tuoi risparmi.

Pertanto, per gestire al meglio le vostre operazioni è necessario, tra l’altro, essere molto attenti al SUPPORTO e alla RESISTENZA di qualsiasi sicurezza.

Il supporto è il punto in cui un asset tocca il fondo. Il limite che di solito non si supera quando si ha un movimento discendente. Voglio dire, proprio come quando accendono le luci della discoteca alle sei del mattino, non può scendere più in basso. Da quella cifra, di solito interrompe la sua caduta e rimbalza, ma possono sempre esserci delle eccezioni e può verificarsi quella che è nota come una rottura del supporto.

La resistenza, invece, è il freno ai movimenti verso l’alto. È il soffitto di vetro che di solito ferma l’aumento dell’attività. In questo caso, sarebbe più come quando sali sul podio del club e i tuoi amici ti trascinano giù. Anche i mercati hanno amici ottusi. Tuttavia, ci sono momenti in cui si lasciano trasportare e, in rari casi, la resistenza può essere spezzata.

E la rottura di uno qualsiasi di questi due elementi può portare all’ultimo elemento: il PULLBACK.

Una volta che le candele superano il limite segnato da supporto o resistenza, il pullback fa rientrare il prezzo entro i limiti contrassegnati. È un piccolo passo indietro, come se l’asset fosse agganciato con un elastico a supporto o resistenza.

Ora hai già gli strumenti necessari per fare una prima diagnosi dei grafici. Ma il trading è una scienza molto precisa e ogni caso è un mondo. Quindi, prima di aprire uno scambio, è necessario eseguire una radiografia dettagliata dei candelieri. Quindi, valuta il danno e i rischi che potrebbe comportare per te. E infine, non aver paura di eseguire le voci con mano ferma.

Per saperne di più sul trading, iscriviti al Club Trader e al nostro canale YouTube, dove troverai gli strumenti chiave per continuare la formazione e diventare un professionista finanziario.

Post correlati:

Sommario

Deja un comentario