Cos’è la leva

La leva finanziaria fondamentalmente significa investire utilizzando più denaro di quello che hai a disposizione.

Grazie alla leva finanziaria e alla possibilità di investire con più soldi, si può ottenere un rendimento più elevato, ma se va storto, anche le perdite saranno sostanzialmente più elevate.

Pertanto, investendo con un capitale maggiore, gli utili o le perdite economiche saranno proporzionali a tale capitale, ottenendo, a seconda dei casi, un maggiore profitto o una maggiore perdita.

Come viene calcolata la leva finanziaria

Si utilizzano misure frazionarie, quindi, se si dice una leva 1:3, significa che per ogni euro del nostro capitale investito abbiamo effettivamente investito tre euro (uno nostro e altri due presi in prestito).

La formula matematica sarebbe quella di dividere il valore dell’investimento tra le risorse proprie investite.

Esempio: puoi investire 10.000 euro del tuo capitale ma il valore totale dell’investimento è di 100.000 euro. Applicando la formula matematica abbiamo una leva di 1:10.

Vantaggi della leva finanziaria

Ci sono diversi vantaggi di sfruttare finanziariamente, ma i più notevoli sono:

  • È necessario meno capitale per fare l’investimento.
  • Avendo bisogno di meno soldi, puoi diversificare in più mercati.
  • Se l’operazione va bene, i profitti sono sostanzialmente più alti.
  • Puoi investire su e giù sfruttando le due direzioni del mercato.
  • La leva finanziaria può aiutare a investire in determinate operazioni o attività che, a causa del loro alto valore, limiterebbero il nostro accesso agli investimenti.

Il rischio della leva finanziaria

Proprio come il suo vantaggio è aumentare i profitti utilizzando meno capitale, il suo rischio principale è che se l’investimento fallisce, anche le perdite saranno maggiori.

Pertanto, l’utilizzo della leva finanziaria è un’operazione ad alto rischio che può moltiplicare i profitti, ma anche le perdite. Ecco perché viene utilizzato solo per effettuare operazioni di investimento a breve termine e speculative. D’altra parte, di solito non vengono eseguiti a lungo termine a causa dell’elevato costo degli interessi durante l’operazione.

Modi per investire con la leva finanziaria

Possiamo elencare principalmente due modi per investire con la leva:

ricorrere al debito

In questo modo, è disponibile più capitale dovuto al denaro che abbiamo preso in prestito.

Ma va tenuto presente che con questa risorsa si devono pagare gli interessi per il denaro preso in prestito e di questo si deve tener conto in vista del rendimento finale, poiché andrà sottratto al profitto ottenuto o, se del caso, sommato alle perdite subite.

Si consiglia di non confondere la leva finanziaria con il debito e l’ottenimento del credito ordinario, poiché nel primo caso si cerca di ottenere un ritorno positivo sul denaro ottenuto, in modo che lo scopo sia quello di ottenere denaro utilizzando denaro che non è nostro..

Utilizzo di derivati ​​finanziari

Attraverso queste attività finanziarie puoi investire in modo con leva praticamente nella maggior parte dei mercati.

Leva finanziaria tramite derivati

I derivati ​​sono strumenti finanziari che di per sé non hanno valore e sono direttamente collegati ad attività finanziarie che hanno valore e il cui prezzo oscilla.

Si tratta di contratti a termine e il loro prezzo dipende dal valore di altre attività (sottostanti).

Le sue due caratteristiche principali sono:

  • Hanno una leva implicita, quindi non è necessario molto capitale, con pochi soldi puoi investire nell’attività sottostante.
  • La maggior parte viene risolta in una data futura.
  • Consentono di sfruttare le due direzioni del mercato, rialzista e ribassista, in modo da poter investire al rialzo (long) e al ribasso (short), sfruttando la direzione del mercato.

I derivati ​​sono utilizzati principalmente per due funzioni:

1) Copertura: per ridurre o eliminare il più possibile il rischio in un investimento. Ad esempio, abbiamo acquistato azioni di una società americana e sono quotate in dollari. Per compensare il rischio di cambio, è possibile aprire posizioni short sul dollaro, in questo modo siamo coperti dalle oscillazioni dell’euro/dollaro.

2) Speculazione: investire direttamente in un asset a breve termine. Ad esempio, se pensiamo che l’oro sta per scendere, possiamo andare short e più il prezzo dell’oro scende, più soldi guadagneremo. Un altro esempio potrebbe essere con gli indici del mercato azionario. Se vogliamo sfruttare il rialzo dell’Ibex 35, non compriamo l’indice, il cui costo sarebbe molto alto, andiamo semplicemente long e, grazie alla leva, ci servirà solo una piccola somma di denaro.

Come viene utilizzata la leva finanziaria attraverso i derivati

I derivati ​​consentono di investire in tutti i tipi di asset, come azioni, indici azionari, obbligazioni, valute, materie prime.

I derivati ​​più utilizzati sono:

Futures: sono accordi negoziati in un mercato organizzato, che obbligano le parti ad acquistare o vendere un’attività sottostante ad una data futura ad un prezzo stabilito in anticipo. Quando si opera non è necessario erogare l’importo totale dell’investimento, anche se si richiede una percentuale di garanzie. Hanno scadenza, che è la data in cui avverrebbe il contratto di acquisto

CFD: sono contratti mediante i quali due parti si impegnano a scambiare la differenza tra il prezzo di entrata e il prezzo di uscita dell’attività sottostante, ma l’attività sottostante non viene acquistata o venduta. Negoziando CFD stai speculando sulla direzione futura in cui si muoverà il prezzo di tale asset. Questo tipo di trading viene effettuato acquistando e vendendo contratti CFD:

Opzioni: si tratta di diritti di acquisto e vendita su un’attività sottostante. Il prezzo delle opzioni è legato al prezzo dell’attività sottostante, sebbene non direttamente come i futures.

Warrant: si tratta di un diritto e non di un obbligo che l’investitore acquisisce e può esercitare per un periodo di tempo ad un prezzo concordato in anticipo. Si tratta di un’opzione cartolarizzata, un’opzione su un’attività sotto forma di un titolo negoziabile che ha una quotazione ufficiale ed è negoziato su un mercato organizzato.

Cos’è la margin call

Quando un’operazione viene eseguita utilizzando derivati, il broker richiederà una somma di denaro a garanzia.

La richiesta di margine si verifica quando il capitale nel conto del broker più utili o meno perdite è uguale o inferiore al margine trattenuto dal broker, esaurendo così le garanzie. Questo fatto accade quando l’operazione in cui abbiamo investito non si sta evolvendo come ci aspettavamo.

Il broker procede ad avvisarci e abbiamo due modi per risolverlo:

  • Deposita più denaro sul conto per tornare al 100% del margine iniziale.
  • Chiudere l’operazione e assumere le perdite.

Pertanto, una Margin Call è un avviso del broker che ci informa che stiamo esaurendo il margine sul conto, ovvero che le garanzie che coprono il rischio della nostra posizione sono state esaurite.

Di solito è perché la nostra posizione di investimento sta andando male, ma a volte si verifica anche perché sono previsti eventi speciali che potrebbero causare un aumento significativo della volatilità nei mercati e il broker vuole coprirsi le spalle richiedendo una garanzia maggiore.

Il motivo della richiesta di margine è la precauzione del broker contro la possibilità che le perdite continuino ad aumentare in quell’operazione, l’investitore finisce per dover denaro.

Devo investire con la leva finanziaria?

Una volta che conosci i vantaggi e gli svantaggi della leva finanziaria, sei tu che devi valutare se vale la pena investire con essa.

I vantaggi che si possono ottenere sono molto alti, ma può anche farti perdere i tuoi soldi molto più velocemente, quindi è uno strumento a doppio taglio che devi padroneggiare bene prima di lanciarti per usarlo.

Ci sono molti posti in cui investire, sia con che senza leva, e tutti devono sapere con quale strategia di investimento si sentono più a loro agio.

Post correlati:

Sommario

Deja un comentario