Che cos’è una carta modello e come la usano i Robo Advisor?

Se stai iniziando ad entrare nel mondo del mercato azionario, avrai sentito molti termini che all’inizio ti hanno lasciato senza capire nulla. Forse ti è successo quando hai sentito parlare di borse modello. Se vuoi chiarire i tuoi dubbi e capire cos’è un portafoglio modello e come lo utilizzano i Robo Advisor, continua a leggere!

Che cos’è un portafoglio modello

Il portafoglio modello è una serie di attività finanziarie raggruppate in modo tale che i consulenti finanziari possano formulare proposte coerenti e personalizzate basate su questi portafogli. I portafogli modello non sono solo strumenti dei Robo Advisor, ma sono sicuramente una delle loro fondamenta principali.

I portafogli modello possono essere costituiti da asset, come azioni, materie prime, titoli di stato… e da linee specifiche, come ETF e obbligazioni specifiche. Il consulente finanziario determinerà il peso di ciascuna attività in base al rendimento che l’attività ha avuto in passato e al profilo di rischio del cliente. Ciò formerà una proposta che bilancia il rendimento atteso e il rischio o la volatilità.

Esempio di portafoglio modello

Facciamo un esempio di portafoglio modello: supponiamo che un consulente finanziario abbia un cliente di tipo conservativo al quale deve proporre un portafoglio di investimento. Tra tutti i portafogli modello disponibili, sceglierà quello che corrisponde al profilo dell’investitore. Che può includere le seguenti attività:

  • Titoli di Stato, in mercati sviluppati.
  • Divise estere.
  • Azioni di società di paesi sviluppati.
  • Obbligazioni societarie.

È sufficiente regolare il peso di ogni asset in base alle preferenze del cliente. Se l’investitore è estremamente prudente, viene assegnato più peso alle obbligazioni che provengono dallo stato. Ma se il cliente vuole rischiare di più per ottenere rendimenti più elevati, viene dato più peso agli asset azionari.

I portafogli modello aiutano a garantire che all’interno della stessa società di consulenza finanziaria non vi siano disparità tra i consulenti. Ma, piuttosto, ognuno ha proposte con obbligazioni e azioni secondo la strategia di quella società. Ciascuno è libero di personalizzare la propria proposta in base al profilo di rischio e alle esigenze di ciascun cliente.

In che modo i Robo Advisor utilizzano i portafogli modello

I portafogli modello sono il punto di partenza per Robo Advisors per creare tutte le proposte personalizzate in base al cliente. Un Robo Advisor può lavorare con circa quattro portafogli di modelli base e, in base a questi, generare molte raccomandazioni che modificano il peso di tutte le risorse coinvolte. Ciò che determinerà l’uso di ciascun bene sono le preferenze dell’investitore. Ecco perché il cliente, quando inizia con il servizio Robo Advisor, compila una valutazione o un questionario. Le risposte date ci sono quelle che indicheranno come personalizzare il modello portafoglio in modo che sia realizzato su misura.

L’utilizzo di portafogli modello consente ai Robo Advisor di sapere quanto bene si sono comportati gli asset con cui lavorano in passato. Questo è un punto importante da evidenziare, perché grazie a questo aspetto, i Robo Advisor possono mostrare molto visivamente quanto sarebbe il profitto del cliente e quanto rischio è stato assunto. In altre parole, utilizzare un Robo Advisor significa vivere un’esperienza buona, facile e trasparente nel mondo degli investimenti.

Esempi di come i Robo Advisor utilizzano i portafogli modello

Per capire cos’è un portafoglio modello e come lo utilizzano i Robo Advisor, diamo un’occhiata a un paio di esempi. Teniamo presente che:

  • Il Robo Advisor si trova in Spagna.
  • Il consulente finanziario automatizzato utilizza portafogli modello incentrati sugli ETF di un rinomato gestore.
  • Gli ETF sono anche conosciuti come fondi negoziati in borsa o fondi indicizzati. Diventano un ibrido tra azioni e fondi di investimento.
  • In questi casi, la valutazione è stata effettuata per determinare il profilo di rischio.
  • Lavoreremo con un profilo di rischio di 5/10 e 4/10. In questo modo si vedrà come viene mantenuto il portafoglio modello e l’unica cosa che varia sono le percentuali assegnate.

Di seguito la proposta presentata dal Robo Advisor per il cliente secondo il profilo di rischio.

Profilo di rischio 4 e 5

Il Robo Advisor propone un Pictet e 4 ETF Vanguard per un portafoglio modello con un profilo di rischio di 4 e 5, dove:

  • Le azioni europee hanno una linea di investimento Pictet-Eur. Indice-I Eur. e 12,0% a rischio 5 e 11,0% a rischio 4.
  • Le azioni statunitensi hanno una linea di investimento Vanguard Us 500 Stk Idx-Inv con il 26,0% di rischio 5 e il 23,0% di rischio 4.
  • Azioni delle economie emergenti, linea di investimento Vanguard-Emrg. Mk St Ind-In, rischio 5: 8,0% e rischio 4: 6,0%.
  • Titoli di Stato europei con la linea Vanguard-Eur. Gv Bnd Idx-Inv, 29,0% rischio 5 e 35,0% rischio 4.
  • Obbligazioni indicizzate all’inflazione con Vanguard-Eur. In Lk Ind-Inv per linea di investimento e profilo di rischio del 25,0% sia 4 che 5.

Analisi: Si vede chiaramente come Robo Advisor utilizzi lo stesso modello di portafoglio in entrambi i profili di rischio, utilizzando le stesse linee di investimento. Solo che riduce al minimo il peso dei titoli europei, americani ed emergenti quando il profilo di rischio è più basso.

Profilo di rischio 3

Ora diamo un’occhiata a un esempio con un profilo di rischio inferiore di soli 3/10. Successivamente, la proposta del Robo Advisor sarebbe:

  • Azioni europee, con linea di investimento Pictet-Eur. Indice-I Eur. Rischio del 7,0%.
  • Con azioni statunitensi, linea di investimento Pictet-Eur. Indice-I Eur. e un rischio del 18,0%.
  • Le azioni delle economie emergenti lungo la linea Vanguard-Emrg Mk St Ind-In il rischio sarebbe del 4,0%.
  • I titoli di società europee della linea di investimento Vanguard Eur. Inv Gr Idx-Inv presentano un rischio del 20,0%.
  • Titoli di Stato europei con linea di investimento Vang.-Eur. Gv Bnd Idx-Inv ha un rischio del 35,0%.

Post correlati:

Sommario

Deja un comentario